Ulcera duodenale

Patologie del duodeno

Con il termine ulcera duodenale si definisce come una lesione erosiva della mucosa del duodeno ossia la parte iniziale del piccolo intestino.

Rispetto all’ulcera gastrica l’ulcera duodenale è più frequente e interessa una fascia di età di più giovane (30-40 anni). E’ una patologia assai diffusa arrivando ad interessare circa il 10% della popolazione nei Paesi industrializzati.

Il meccanismo di tale patologia è rappresentato da un alterato equilibrio tra i fattori aggressivi come gli acidi gastrici e fattori protettivi come il muco che funziona da barriera.

Il principale fattore di rischio è rappresentato dall’infezione da Helicobacter Pylori (HP) responsabile di oltre il 90% delle ulcere duodenali. Altri fattori sono l’assunzione di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) e anche abitudini di vita non corrette come il fumo, lo stress ed un consumo eccessivo di alcol.

SINTOMI

Il sintomo principale dell’ulcera duodenale è rappresentato dal dolore localizzato a livello della regione centrale e superiore dell’addome (epigastrio), tradizionalmente riferito dal paziente alla cosiddetta bocca dello stomaco, e che tende a ridursi con l’assunzione di farmaci antiacidi.

Al dolore spesso si associano una digestione difficile, senso di ripienezza e gonfiore dopo il pasto, nausea, eruttazioni, perdita di appetito e perdita di peso. Nei casi più gravi si possono verificare anche sanguinamento e perforazione.

DIAGNOSI

La diagnosi di ulcera duodenale si avvale della gastroscopia che permette di visualizzare la mucosa danneggiata e di eseguire prelievo di campioni (biopsie) mirato alla ricerca dell’infezione da HP.

TERAPIA

Il trattamento dell’ulcera duodenale prevede l’utilizzo di farmaci che inibiscono la produzione di acidi come gli inibitori di pompa protonica (PPI). In caso di infezione da Helicobacter Pylori inoltre è indispensabile associare una terapia antibiotica per eradicare il batterio responsabile del danno.

Quando invece compaiono complicanze come ad esempio sanguinamento o perforazione è necessario intervenire in urgenza con trattamento endoscopico o chirurgico.

Ultimi articoli

Sangue nelle feci: paure, diagnosi e soluzioni

Sangue nelle feci: paure, diagnosi e soluzioni

Cosa indica il sangue nelle feci? Il sangue nelle feci può essere macroscopico, ossia visibile ad occhio nudo oppure può essere microscopico quindi rilevabile solo mediante un apposito esame di laboratorio (ricerca di sangue occulto nelle feci). La presenza di sangue...

Mal di pancia: quando andare dal medico

Mal di pancia: quando andare dal medico

Cos’è il mal di pancia? Il mal di pancia è un sintomo molto comune e indica in modo generico un fastidio o dolore a livello dell’addome. Le cause del mal di pancia possono essere molteplici e possono riguardare l’apparato digerente o l’apparato genitourinario. Sebbene...