Cosa indica il sangue nelle feci?

Il sangue nelle feci può essere macroscopico, ossia visibile ad occhio nudo oppure può essere microscopico quindi rilevabile solo mediante un apposito esame di laboratorio (ricerca di sangue occulto nelle feci).

La presenza di sangue nelle feci è il segnale di un problema del tratto digerente che può interessare qualsiasi porzione dalla bocca all’ano e di solito il suo colore può darci un’indicazione sulla sede del sanguinamento.

Quando le feci hanno un colore nero (melena) solitamente la causa del sanguinamento si trova nella porzione superiore dell’apparato digerente e quindi l’emoglobina presente nel sangue viene digerita determinando il colore scuro delle feci.

Quando invece il sangue è di colore rosso vivo generalmente la fonte di sanguinamento si trova nel tratto digestivo inferiore.

Ho visto sangue nelle feci, ho il tumore?

La presenza di sangue nelle feci è un sintomo che può spaventare ed allarmare.
Riscontrare occasionalmente tracce di sangue dopo la defecazione è abbastanza comune e potrebbe essere nulla di preoccupante ma può anche rappresentare un segnale d’allarme di malattie maligne come il cancro del colon e pertanto non va trascurato.

La causa più frequente di sangue nelle feci sono le emorroidi ossia vasi sanguigni presenti nel canale anale che possono gonfiarsi, infiammarsi e dare origine ad un sanguinamento. Solitamente questa condizione si verifica nei soggetti che soffrono di costipazione o diarrea.

Altre cause possono essere ulcere peptiche o duodenali, malattie infiammatorie croniche intestinali, ragadi anali, gastriti, infarti intestinali, infezioni gastrointestinali, polipi, diverticolite e malformazioni vascolari (angiodisplasie).

Quando devo rivolgermi ad un medico?

Sempre.  

Quando si nota la presenza di sangue nelle feci è sempre consigliabile effettuare una visita da uno specialista gastroenterologo che darà indicazione ad eseguire una colonscopia e valuterà anche la presenza di eventuali altri segnali sospetti che possono indicare la presenza di un tumore gastrointestinale come un’ingiustificata perdita di peso, debolezza, dolori addominali, stimolo continuo all’evacuazione senza emissione di feci (tenesmo rettale), alterazioni improvvise dell’attività intestinale (costipazione, diarrea o alternarsi di entrambe) e familiarità per tumore.

Non ho mai visto sangue nelle feci devo comunque fare lo screening?

Purtroppo spesso i sintomi tendono a comparire quando il tumore è già in fase avanzata per questo è importante sottoporsi ad esami di screening come la ricerca del sangue occulto nelle feci a partire dai 50 anni o la colonscopia ancor prima se c’è familiarità per tumore del colon.